Lugano Festival
Via Foce 1
CH - 6900 Lugano
Tel. +41 (0)58 866 48 30
Fax +41 (0)58 866 48 39
Lu, ma, gio - 14.00/17.30
per informazioni:
info@luganofestival.ch

PROGETTO MARTHA ARGERICH

Il Progetto Martha Argerich giunge alla tredicesima edizione. A distanza di tempo dal suo primo vagito possiamo considerarlo la consacrazione di un modello quale palestra di musica d’assieme che riunisce artisti di fama insieme con giovani talenti, ma consacrazione anche nel senso di avere accompagnato i primi passi di carriere ormai affermate. Su tutto incombe la figura della protagonista, la cui personalità è ormai identificata con la nostra città, avendo assicurato a Lugano un nome di riferimento nel panorama musicale internazionale. L’edizione 2014 della rassegna riserverà l’omaggio al 150° della nascita di Richard Strauss.

Dal 9 al 30 giugno 2014 (Programma)

- 2 concerti sinfonici al Palazzo dei Congressi
- 7 concerti da camera all'Auditorio Stelio Molo della RSI
- 7 recital pomeridiani alla Chiesa Evangelica
- 1 concerto al Teatro Sociale di Bellinzona
- 1 concerto della master class di violino al Conservatorio della Svizzera italiana
con i pianisti Martha Argerich, Nicholas Angelich, Gabriele Baldocci, Khatia Buniatishvili, Walter Delahunt, Alexis Golovin, Carlo Maria Griguoli, Alexander Gurning, Eduardo Hubert, Stephen Kovacevich, Karin Lechner, Polina Leschenko, Lena Lisitsian, Lily Maisky, Jura Margulis, Cristina Marton, Alexander Mogilevsky, Gabriela Montero, Francesco Piemontesi, Daniel Rivera, Akane Sakai, Alessandro Stella, Sergio Tiempo, Giorgia Tomass i, Mauricio Vallina, Lilya Zilberstein

con i violinisti Renaud Capuçon, Michael Guttman, Lucia Hall, Geza Hossz u-Legocky, Gidon Kremer, Alissa Margulis, Dora Schwarzberg, Julian Rachlin, Sascha Maisky
i violisti Nathan Braude, Lyda Chen, Nora Romanoff
i violoncellisti Jorge Bosso, Gautier Capuçon, Mark Drobinsky, Mischa Maisky, Edgar Moreau
il baritono Sam McElroy
orchestra l'Orchestra della Svizzera italiana
diretta da Jerzy Kapszyk, Alexander Vedernikov

2009 copyright Lugano Festival